REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
CHIESA DEL GESù DI CASA PROFESSA, RESTAURO E RIUSO DEI SUOI ANNESSI A SPAZIO MUSEALE - PALERMO (PROG.A CAVALLO)

Inviato il 26/03/2021 | di Protector of Baroque | @baroque_of

Descrizione

Siamo il team Protectors of baroque, curiamo il monitoraggio civico della chiesa del Gesù. Nota anche come Casa Professa, l’edificio sacro è un meraviglioso esempio di barocco siciliano, ubicato in pieno centro storico, dove sono presenti numerosi siti di interesse storico-artistico. La necessità di preservare preziose testimonianze e renderle fruibili ai cittadini, ha spinto il nostro team a scegliere Casa Professa. Il centro storico di Palermo è uno dei più grandi in Italia, è un prezioso scrigno che custodisce gioielli di rara bellezza e unici al mondo. Casa professa il cui nome deriva dall’ordine dei Gesuiti, conosciuti come padri professi dell’ obbedienza al Papa, è anche citata nel celebre romanza il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. L’edificio ha una pianta a croce latina con tre navate e profonde cappelle laterali intercomunicanti. La magnificenza propria dell’Ordine è ravvisabile visitando il Museo che custodisce opere artistiche e manufatti artigianali di inestimabile valore. L'area d'esposizione, estesa su due livelli, si articola in alcune sale tematiche. Nella l sala si custodiscono alcuni originali paliotti di epoca barocca a tema figurato ed architettonico. Nella stessa sala si può ammirare lo splendido capezzale di S. Rosalia della prima metà del Seicento. La Sala II è denominata Sala del Crocifisso presenta alcuni elementi architettonici di quella che era la chiesa medievale dei Santi Cosma e Damiano, demolita per la costruzione del Complesso gesuita. All'interno, la sala contiene varie opere della spiritualità gesuitica, busti-reliquiario ed altri manufatti di scuola trapanese ed uno splendido crocifisso ligneo.
Il restauro ha riguardato gli elementi lapidei, gli stucchi e le dorature delle volte della chiesa,della sagrestia e dell’oratorio del sabato. Altri interventi hanno interessato il materiale ligneo della sagrestia e i paramenti sacri. Il restauro è stato possibile grazie ai finanziamenti europei Por 2000/2006 (per un importo di 6 milioni di euro). La direzione dei lavori è stata affidata a Graziella Marino per la parte architettonica e a Giovannella Cassata per la parte storico-artistica. Il restauro e il riuso dei suoi annessi a spazi museali è stato eseguito dalla ditta AR di Padova.


Avanzamento

Con inizio nel 2007, i finanziamenti europei hanno fatto in modo che la chiesa si restaurasse quasi del tutto, tranne la cupola, si spera di poterla restaurare presto, in modo da riportare questo magnifico edifico sacro allo splendore originale.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Terminato nel 2009, con ottimi risultati, è stata data alla chiesa l’importanza che merita.
Speriamo di poter trarre un vantaggio di tipo economico, grazie all’incremento del flusso turistico.

Punti di debolezza

Sono state riscontrate difficolta nella raccolta dei dati, poiché chi era presente durante i lavori di restauro è andato in pensione.

Punti di forza

Del progetto è piaciuto l’aver reso giustizia a questo magnifico esempio di barocco siciliano, è l’averlo tutelato e preservato, in modo tale che anche le generazioni future possano godere di questo meraviglioso edificio sacro.

Rischi

Come rischio, vogliamo richiamare l’attenzione di chi di competenza nel continuare a finanziare gli ultimi lavori di restauro (la cupola) e nella continua manutenzione.

Soluzioni e Idee

In qualità di giovani e futuri operatori nel settore turistico proponiamo di sfruttare questo prezioso e vasto patrimonio storico-artistico che la città di Palermo offre, organizzando visite guidate e progettando itinerari. In modo che Casa Professa possa continuare a lasciare senza fiato chi vi entra per la prima volta.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone

Rettore Padre Walter Bottaccio
Restauratrice della sovrintendenza Roberta Civiletto

Domande principali

Quali elementi ha riguardato il restauro e cosa resta da restaurare
Chi si è occupato dei lavori di restauro e se il lavoro è terminato

Risposte principali

Il restauro ha riguardato gli elementi lapidei, gli stucchi e le dorature delle volte della chiesa, della sagrestia e dell’oratorio del sabato. Resta da restaurare la cupola.
La direzione dei lavori è stata affidata per la parte architettonica a Graziella Marino e per la parte storico-artistica a Giovannella Cassata. Il restauro e il riuso dei suoi annessi a spazi museali è stato eseguito dalla ditta AR di Padova ; e il lavoro è quasi terminato manca da restaurare la cupola.