REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
COMPLETAMENTO DEL RESTAURO DEL TEATRO MASSIMO

Inviato il 27/03/2021 | di Riflettiamo ci | @riflettiamo_ci

Descrizione

Abbiamo scelto di Monitorare il completamento del Restauro del Teatro Massimo degli ambiti 1-2-6-7 in quanto il Teatro Massimo ha un importante valore culturale e monumentale, infatti è spesso luogo di interesse turistico. Il suo obiettivo è quello di restaurare il suo interno, i lavori dovrebbero iniziare a febbraio 2022 ma si pensa partirà più tardi rispetto alla data stabilità.

Si, fa parte di un piano di interventi più ampio che ha come obiettivo quello di restaurare l'interno del Teatro Massimo.

Avanzamento

Lo stato di avanzamento del progetto monitorato è quasi nullo in quanto i lavori inizieranno l'anno prossimo.

Risultati

Non è stato possibile valutare l’efficacia dell’intervento - Es. il progetto non ha ancora prodotto risultati valutabili

il progetto non è concluso

Punti di debolezza

le difficoltà saranno causate dall'epidemia in corso, infatti non partirà nella data stabilita

Punti di forza

Gli interventi del progetto sono necessari in quanto oltre al restauro delle decorazioni e degli specchi, è necessario un intervento tecnologico. Bisogna rimuovere i vecchi impianti obsoleti, realizzare la nuova centrale tecnologica ipogea con cabina di trasformazione, il gruppo di continuità, il data center, la centrale termica

Rischi

i Rischi sono pochi, il rischio più grande consiste nel blocco dei lavori a causa dell'epidemia e quindi potrebbero dilungarsi i lavori

Soluzioni e Idee

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Abbiamo intervistato l'architetto Giardina Salvatore

Domande principali

Come si fanno le gare d'appalto?
Pensa che verranno effettuati tutti i pagamenti in tempo?

Risposte principali

1.Le gare d'appalto vengono svolte in due fasce, la prima viene gestita all'interno della stazione appaltante mentre la seconda fascia dall'ufficio che si chiama aurega, ufficio gare istituito dalla regione siciliana.
2. I contratti di appalto stabiliscono una tempistica, si paga ogni volta che si arriva a un importo(in denaro) e quindi si stila un documento che si chiama "stato di avanzamento lavori", poi viene emesso un certificato che certifica che è stato raggiunto quell'importo e l'impresa quindi emette una fattura.