REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
ADEGUAMENTO IMPIANTO DI DEPURAZIONE E REALIZZAZIONE OPERE DI COLLETTAMENTO DEL COMUNE DI SCALEA

Inviato il 28/03/2021 | di SEAYOULATER | @https://twitter.com/seayoulater3

Descrizione

Questo progetto mira a garantire le condizioni di sostenibilità dello sviluppo e livelli adeguati di servizi ambientali per la popolazione e le imprese.
Abbiamo deciso di monitorare questo progetto perché riteniamo importante che le acque del nostro mare siano pulite e che Scalea sia conosciuta ovunque per questo. Il nostro obiettivo è anche quello di fare luce sui alcuni punti interrogativi presenti.
Eravamo inizialmente informati che il progetto dovesse realizzare un impianto di depurazione consortile. Al momento non ci risulta. Il Tema è l’Ambiente, la Natura e la manutenzione straordinaria delle infrastrutture, Programma FESR FSE Calabria.

Eravamo inizialmente informati che il progetto dovesse realizzare un impianto di depurazione consortile. Al momento non ci risulta.

Avanzamento

Il progetto risulta ancora incompiuto, i lavori alla struttura sono iniziati circa 5 anni fa, manca solo il collaudo.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Il progetto risulta concluso in ambito strutturale, ma privo di collaudo. Da quello che abbiamo potuto vedere durante la visita di monitoraggio, pare che l’impianto funzioni correttamente.

Punti di debolezza

Durante la realizzazione del progetto, alcune inchieste hanno colpito il Comune di Scalea, che ha visto così alternarsi amministrazioni comunali regolarmente elette e poi dimissionarie, e più di una gestione commissariale. Ciò ha rallentato di molto il progetto.

Punti di forza

I lavori di ammodernamento dell'impianto, quindi alle sottostrutture del depuratore, hanno portato vari benefici. Tra i vari adeguamenti troviamo, ad esempio, la copertura delle vasche di decantazione seguita dall'installazione di diversi macchinari dediti alla deodorizzazione dei gas, colpevoli di forti odori sgradevoli captabili anche a livello stradale e urbanistico in prossimità della struttura; l'ammodernamento dell'essiccatore, diventato molto più veloce ed efficiente, come anche la sottostruttura di decontaminazione batteriologica. A quanto pare, i reclami e i successivi consigli da parte degli abitanti limitrofi riguardo alle vasche di decantazione sono stati presi seriamente in considerazione. Siamo rimasti pure colpiti dalla tipologia di nuovi macchinari tecnologicamente avanzati installati.

Rischi

Non ci dovrebbero essere rischi futuri, in quanto il progetto è stato completato, manca solo il collaudo. Tuttavia, occorrerà garantire la sua manutenzione e continuare a vigilare sulle condizioni delle acque marine.

Soluzioni e Idee

Secondo quanto ci è stato spiegato e abbiamo avuto modo di vedere, non crediamo ci siano particolari problemi nell’impianto in sé, dal momento che il suo ammodernamento sembra sia stato portato a termine correttamente, ciò implica il suo corretto funzionamento senza il bisogno di ulteriori lavori.
Tuttavia, inizialmente ci avevano detto che si dovesse realizzare un depuratore consortile, che dovesse servire, cioè, anche i paesi limitrofi, e infatti abbiamo trovato anche alcuni articoli di giornale che riportano incontri tra i diversi sindaci del territorio. Ma a quanto pare non è così. Ci chiediamo cosa sia successo nel frattempo. In ogni caso, vanno effettuate anche opere di collettamento delle acque reflue: a Scalea sono presenti canali di scolo che attraversano l’abitato cittadino e confluiscono direttamente a mare. Si spera che l’amministrazione comunale da poco insediata riesca a fare meglio là dove le precedenti non sono riuscite o sono riuscite in parte, fermo restante che l’azione virtuosa dei singoli rimanga fondamentale.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con l'Autorità di Gestione del Programma
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

La persona che è stata intervista è il sindaco del comune di Scalea, Giacomo Perrotta, in quanto referente politico del progetto.
In un secondo momento, l’ingegnere responsabile della società che si occupa dell’impianto di depurazione.

Domande principali

1) Con quale frequenza avviene la manutenzione del sistema?
2) Il suo malfunzionamento ha influenzato il turismo?

Risposte principali

1) La manutenzione del sistema depurativo avviene periodicamente, avendo una società che lo gestisce e viene pagata con i soldi pubblici, in quanto questo è negli interessi di tutti.

2) Per quanto riguarda il turismo l’unico problema, riguardante le acque, è il mare e non il sistema depurativo, in quanto esso funziona bene anche d’estate. Il problema del mare sporco non dipende assolutamente dal depuratore di Scalea ma non è ancora visibile il motivo e per questo il Comune, insieme ad altri Comuni vicini, si è messo in moto per comprenderlo.
Una delle ipotesi è quella che le correnti portino tutto lo sporco verso Scalea, quindi si è deciso di mettere in atto delle azioni mirate ad individuare eventuali scarichi abusivi, ovvero senza passare dalla fase depurativa.
In conclusione, da tre mesi a questa parte la condizione del depuratore ci risulta essere ottimale.