REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Ampliamento dell'impianto: realtà o solo tanta burocrazia?

Inviato il 29/03/2021 | di The Composters | @TComposters

Descrizione

Progetto di ampliamento dell'esistente impianto di compostaggio sito in c.da Santa Maria - ASI Sciacca, realizzato e in esercizio dal 2008; originariamente previsto per trattamento di recupero di 6.000 t/a di forsu e successivamente potenziato fino al trattamento di 14.000 t/a. il progetto di ampliamento e contestuale potenziamento prevede il raddoppio della linea di trattamento, mediante la realizzazione di nuove sezioni di identiche caratteristiche rispetto a quelle esistenti e attive, per una capacità di trattamento giornaliera fino a un massimo di 75 t/a.

Avanzamento

Il progetto è stato presentato al Dipartimento regionale per l'approvazione il 28 ottobre 2019; tuttavia, prima dell'approvazione necessitava della verifica di assoggettabilità ambientale e quindi è stata inoltrata richiesta di verifica al Dipartimento Ambiente il 31 gennaio 2020. La risposta alla verifica ambientale (negativa, quindi non occorre effettuarla) è arrivata il 2 marzo 2021: quindi, la Regione Sicilia e i suoi uffici hanno impiegato più di un anno per dire che la verifica non occorreva!!!!
Adesso, si è in attesa dell'arrivo del Decreto di approvazione, che dovrebbe essere già pronto. Successivamente all'approvazione si passerà all'avvio delle procedure di gara per l'affidamento dei lavori e all'esecuzione dei lavori, che secondo l'arch. Vella, intervistato dal Team, dureranno circa 6 mesi.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Punti di debolezza

In piena emergenza di gestione dei rifiuti, ci saremmo aspettati tempi più brevi dell'iter di approvazione del progetto. Anche perchè si tratta non di un progetto nuovo, che individua un nuovo sito in cui deve essere avviato un impianto, ma di un ampliamento di un impianto esistente che quindi poteva essere realizzato in tempi più ristretti. Anche perchè, come appurato dal Team durante la ricerca, i disagi di questo mancato ampliamento ci sono stati e si vedono settimanalmente anche attualmente, con salti di turno di raccolta e invio periodico di una parte dei rifiuti in altri impianti extra-provinciali, con l'aggravarsi del costo pubblico di gestione.

Punti di forza

L'impianto di compostaggio è uno degli elementi principali della gestione integrata dei rifiuti nella parte occidentale della provincia di Agrigento. Sono 17 i comuni del SRR ATO 11 serviti da questo impianto, e i valori notevoli di raccolta differenziata sono stati raggiunti anche grazie all'efficienza di questo impianto e della rete di gestione avviata in questo territorio.

Rischi

Non appena sarà rilasciato il decreto di approvazione, il Team, sulla base delle informazioni ricevute dal tecnico dell'impianto di compostaggio, ritiene che entro dicembre 2021 l'impianto ampliato dovrà essere operativo. Cautelativamente, sul portale di opencoesione viene indicata ancora la data del 1/10/2022, ma se così fosse sarebbe una sconfitta di tutte le istituzioni, Europa compresa. Un progetto di ampliamento di un impianto di gestione dei rifiuti non può richiedere 3 anni per la sua conclusione, visto il significativo impatto negativo per l'ambiente di questo eventuale ritardo!

Soluzioni e Idee

Il progetto finanziato avrà un impatto molto positivo sull'ambiente e quindi in questo caso, l'aiuto dall'Europa è risultato fondamentale e necessario. La nota negativa sta nella velocità di conclusione degli iter burocatici di approvazione del progetto, ormai quasi concluso, e di realizzazione. Secondo The Composters, devono essere fissati dei tempi più brevi per la realizzazione dei progetti, soprattutto quando impattano così in modo rilevante sulla vita delle persone e sull'ambiente.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)

Arch. Calogero Vella, tecnico dell'impianto di compostaggio di Sciacca.

Domande principali

Come funziona un impianto di compostaggio?
A che punto è l'iter di approvazione del progetto?

Risposte principali

L'impianto di compostaggio riceve i rifiuti organici dalla raccolta differenziata di 17 comuni dell'ATO 11 SRR. I rifiuti vengono selezionati, triturati, avviati alle biocelle dove stazionano per circa 1 mese per l'attivazione di tutte le reazioni biologiche; successivamente sono depositati su un piazzale per altri 60 giorni; infine, dopo un'ulteriore vagliatura, sono sottoposti ad analisi chimica e in caso positivo, il materiale riceve la qualifica di ammendante naturale e può essere ceduto gratuitamente a tutti gli utenti che ne facciano richiesta.

Si aspetta il decreto di approvazione del progetto per passare subito alle procedure di gara per l'affidamento dei lavori di ampliamento.