REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
RECUPERO RESTAURO E VALORIZZAZIONE DEL COMPLESSO DI S.ANGELO

Inviato il 11/02/2022 | Di PugliaInTheWorld | @PugliaWord

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

Il nostro progetto è denominato “Recupero, restauro e valorizzazione del complesso di Sant’Angelo”. Il tema di riferimento del progetto è “Cultura e Turismo”. Il progetto che abbiamo scelto si propone di restaurare e valorizzare la struttura delle grotte di Sant’Angelo, situata nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Il sito è, ad oggi, inagibile e non aperto al pubblico.

No, il progetto non fa parte di un piano di interventi più ampio

Avanzamento

Lo stato di attuazione del progetto è tuttora in corso. Il progetto è iniziato nell'anno 2015 e la sua conclusione era inizialmente prevista in data 31 ottobre 2021. Tuttavia, a causa dei molteplici impedimenti che hanno ostacolato l'avanzamento dei lavori, la conclusione del progetto è stata rinviata di un anno (al 31 ottobre 2022).

Risultati

Intervento utile ma presenta problemi - Ha avuto alcuni risultati positivi ed è tutto sommato utile, anche se presenta anche aspetti negativi

Il progetto non è stato ancora concluso.

Punti di debolezza

Una debolezza riscontrata nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato è la mancanza di allacciamento dell'energia elettrica e dell'acqua corrente nel sito archeologico. Dato che si tratta di un sito di rilevanza storico/archeologica, i lavori richiedono molte autorizzazioni e un iter burocratico alquanto complesso.

Punti di forza

Un punto di forza del progetto monitorato è il tentativo di far emergere la storia antica dei luoghi intorno a Santeramo. Inoltre non è trascurabile la rilevanza archeologica e storica del Complesso di Sant'Angelo, nonchè l'impatto culturale e turistico che la sua valorizzazione avrebbe sul nostro territorio (cammino materano, etc...) .

Rischi

Uno dei rischi legati alla realizzazione del progetto potrebbe essere la variazione del microclima all'interno delle grotte. Tale variazione potrebbe essere causata dalla presenza degli eventuali visitatori delle grotte.

Soluzioni e Idee

Una soluzione per evitare di rovinare gli affreschi sarebbe realizzare un tour virtuale degli affreschi presenti nella grotta. Questo tour potrebbe essere fruibile all'interno dei trulli ristrutturati adiacenti il sito.

Risultati e impatto del monitoraggio

Diffusione dei risultati

  • Twitter
  • Facebook
  • Instagram
  • Richiesta di audizioni o incontri a porte chiuse

Connessioni

  • Supporto, Associazione
  • Supporto, Associazione

Contatti con i media

Contatti con le Pubbliche Amministrazioni

  • Risposte generiche

Descrizione del caso

Il Sindaco e gli assessori alla cultura ed ai lavori pubblici hanno accettato di incontrarci e di rispondere alle nostre domande. Da tale incontro, l'impressione ricevuta è che il progetto di recupero del complesso non fosse, al momento, tra le priorità della nostra Amministrazione, ma che grazie alla nostra attività di monitoraggio si intende fare qualcosa.
L'associazione Archeoclub ci ha guidati in un sopralluogo ed ha mostrato grande passione ed entusiasmo per la realizzazione di questo progetto; ma al contempo ha anche espresso disillusione per l'esito dei lavori al momento bloccati.

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Abbiamo intervistato il professore Giovanni Maiullari che ci ha descritto le caratteristiche morfologiche del territorio santermano; in seguito abbiamo incontrato Michele D'Ambrosio, professore ed ex sindaco di Santeramo, che ci ha parlato dei vari finanziamenti ricevuti nel periodo in cui era in carica. Inoltre, ci ha mostrato delle foto dell'interno della grotta e del risultato dei lavori svolti nella basilica sovrastante.
Il terzo incontro invece è avvenuto con il presidente dell'associazione "Archeoclub" che ci ha spiegato come è fatta la grotta e il restauro che è stato realizzato.
L'ultimo incontro è avvenuto con l'attuale sindaco Fabrizio Baldassarre, che ha risposto alle domande che gli abbiamo posto riguardo il nostro progetto.

Domande principali

Le due domande principali che sono state poste al sindaco sono state :
"Le grotte più in là saranno nuovamente agibili e visitabili?"
"Sarà possibile fare l'allacciamento alla corrente ?"

Risposte principali

Il Sindaco ha assicurato che le grotte saranno presto agibili e visitabili. Tuttavia, gli esponenti dell'Archeoclub si sono mostrati più scettici rispetto alla positiva conclusione del progetto.
In merito alla seconda domanda, il Sindaco e gli Assessori alla cultura ed ai lavori pubblici hanno risposto che fare l'allacciamento alla corrente elettrica risulta un passaggio complicato a causa delle condizioni fisiche che caratterizzano il territorio. Infatti permane sempre il rischio di deturpare l'aspetto esterno della grotta per via degli scavi necessari al passaggio dei fili della corrente.