REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Bonifica della Cava Monti

Inviato il 18/02/2022 | Di Gatewaytohell | @Gatewaytohell3

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

Abbiamo scelto il progetto sulla cosiddetta “Cava Monti”, un antico sito di estrazione di materiale tufaceo nel comune di Maddaloni, da tempo utilizzata come discarica dove sono immagazzinate tonnellate di rifiuti speciali e pericolosi. In particolare, il progetto mira alla messa in sicurezza in vista della futura dismissione della cava. L’inizio del progetto era previsto per il 1 Gennaio 2020, mentre la fine era prevista per il 31 Luglio 2022; tuttavia ad oggi, il progetto risulta non ancora avviato. Questa cava, infatti, ha effetti nocivi sia sul territorio che sulla salute dei cittadini. Il nostro gruppo ha scelto questo progetto innanzitutto perché riguarda la nostra città: in quanto cittadini di Maddaloni.

Il progetto fa parte di un piano di invertenti comprendente una serie di siti (definiti "di interesse nazionale"), come il sito di Napoli Orientale, Litorale Domitio Flegreo ed Argo Aversano, Area Masseria del Pozzo-Schiavi di Giugliano e Bagnoli Coroglio, che sono interessati da contaminazione e rischi per la salute.

Avanzamento

Secondo le informazioni dateci dal consigliere comunale di Maddaloni Salvatore Liccardo, una prima fase di analisi tecnica è stata completata nel corso dell'anno 2020, ad opera del comune di Maddaloni e di una ditta specializzata. Si attende ancora il bando regionale per l'individuazione dei soggetti attuatori delle operazioni di bonifica vera e propria.

Risultati

Intervento utile ma presenta problemi - Ha avuto alcuni risultati positivi ed è tutto sommato utile, anche se presenta anche aspetti negativi

Il progetto è considerato non avviato, ma l'analisi del territorio compiuta dal comune di Maddaloni e che ci é stata fornita dal consigliere comunale di Maddaloni Salvatore Liccardo , è completa e dettagliata e ha evidenziato i numerosi fattori di rischio della situazione.

Punti di debolezza

Solo grazie alla disponibilità dei singoli funzionari siamo riusciti ad ottenere i dati necessari,che erano difficili o impossibili da reperire sulle pagine Internet dedicate. Il fatto che l'analisi tecnica sia stata completata da più di un anno e che i fondi siano stati stanziati, ma nonostante ciò si attenda ancora il bando regionale, dimostra ancora una volta la lentezza dei procedimenti istituzionali.

Punti di forza

Abbiamo scoperto che nell'amministrazione locale sono presenti funzionari molto attenti e disponibili, che affrontano con serietà il problema e hanno avviato una rilevazione dei rischi accurata e precisa. Abbiamo avuto l'opportunità di confrontarci con delle figure istituzionali che ci hanno spiegato anche il funzionamento della burocrazia al riguardo, fornendoci dati concreti di grande importanza per la cittadinanza.

Rischi

Anche a completamento del progetto, restano rischi rispetto al corretto smaltimento dei materiali pericolosi; inoltre sarà necessaria una vigilanza per impedire che il sito venga nuovamente utilizzato come discarica illegale.

Soluzioni e Idee

Anche quando il progetto sarà ultimato, la cittadinanza dovrà restare vigile riguardo alla corretta attuazione dell'intervento.

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)
  • Intervista con i referenti politici

Abbiamo intervistato un consigliere comunale di Maddaloni direttamente coinvolto nelle tematiche ambientali.

Domande principali

Abbiamo chiesto per quale motivo il progetto non è ancora stato avviato, nonostante ci siano i fondi necessari, e, nel caso in cui il progetto venga avviato, dove verranno depositati i rifiuti.

Risposte principali

Il progetto è in realtà avviato ma ne è stata completata solo la prima parte, ovvero quella della valutazione del rischio; si attendono i tempi tecnici per l'attuazione. Quanto alla seconda domanda, non è ancora possibile dare una risposta certa perché non è ancora stata stabilita la natura dell'intervento (ovvero se si tratterà di tombatura o di svuotamento).