REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
L.I.SA (Linking Infrastructure Salerno)

Inviato il 21/02/2022 | Di L.I.SA (Linking Infrastructure Salerno)

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

La ricerca si concentra sull'area portuale di Salerno, con lo scopo di migliorare le infrastrutture, quindi garantire sicurezza, sostenibilità ambientale e miglioramento dei commerci. Ciò viene realizzato separando il traffico portuale da quello stradale, eliminando in tal modo le possibili congestioni e riducendo anche l'inquinamento acustico. Il progetto si propone di costruire due gallerie a doppia corsia, con un'apertura a metà tragitto, in modo da soddisfare anche la necessità di percorrere parzialmente il tragitto.
I principali obiettivi di questo progetto sono:
- Ridurre l'inquinamento ambientale e acustico, in modo da rispettare anche gli obiettivi che si pone l'agenda 2030;
- Ridurre i tempi di percorrenza, e di conseguenza accelerare il commercio, avendo così un maggiore guadagno economico;
- Separare il traffico portuale da quello cittadino, eliminando le congestioni;

No, il solo obiettivo di questo progetto è separare il traffico commerciale da quello cittadino

Avanzamento

Al momento il progetto sta progredendo senza problemi, nonostante abbia subito lunghi periodi di fermo anni prima. La sua conclusione è prevista entro l'anno 2023, anche se è abbastanza probabile che questa data verrà ancora posticipata, a causa dei precedenti fermi e ritardi, e di altri controlli di sicurezza voluti dai cittadini.
FONTE: intervista ad Elio Spagnolo - Capo Area Amministrazione presso autorità di Salerno.

Risultati

Non è stato possibile valutare l’efficacia dell’intervento - Es. il progetto non ha ancora prodotto risultati valutabili

Il progetto non è ancora concluso, in quanto le due gallerie previste non sono ancora state terminate e quindi non è possibile ricavare un risultato

Punti di debolezza

Dopo il sequestro della magistratura a seguito di una inchiesta che evidenziò il cedimento di alcune zone delle gallerie, parte del cantiere fu dissequestrata tempo dopo. Nel luglio del 2015 ripartirono i lavori nel cantiere di porta ovest, ma solo per due mesi ed esclusivamente nel tratto iniziale della prima galleria.
A pochi giorni dal sequestro ritornarono i sigilli,
poiché i lavori sarebbero proseguiti in difformità rispetto al progetto approvato e finanziato.
Successivamente si allargò l’inchiesta giudiziaria poiché
persone ritenute vicino al clan dei cicalesi vennero fotografate all’interno del cantiere, mentre erano impegnate in operazioni di scarico della merce.
Attraverso l’ascolto di diverse intercettazioni, una riguardante un dirigente della Tecnis, che conversando a telefono con un’altra persona avrebbe parlato della presenza di una busta con 15.000€ sotto un pilone.
Da qui ci fu il sospetto di una possibile immissione di soldi illeciti.
A gennaio del 2017 il cantiere riaprì, poiché il giudice delle indagini preliminari enunciò la sicurezza del
cantiere.
Altre difficoltà sono legate invece ai cittadini residenti in quella zona, poichè non approvavano la costruzione di questa galleria, a causa di eventuali cedimenti futuri da parte di essa. E proprio per questo ci sono stati altri stop.
Successivamente è stato obbligatorio effettuare dei controlli per stabilirne la sicurezza, e sono poi ripartiti i lavori.
Un punto debole di questo progetto che potrebbe svilupparsi in futuro, potrebbe essere quello di non rivelarsi efficiente come si sperava
Le difficoltà del progetto sono state quelle inerenti all'idea che si aveva del progetto stesso. Ovvero, all'inizio si pensava di effettuare collegamenti esclusivamente ferroviari. In un secondo momento si è deciso di affiancare i collegamenti stradali a quelli ferroviari. Però lo spazio per effettuare dei collegamenti ferroviari non era affatto sufficiente, e così infine si optò per un collegamento esclusivamente stradale

Punti di forza

I punti di forza di questo progetto sono innanzitutto:
- I migliori guadagni che si avranno in termini commerciali;
- una riduzione delle emissioni;
-una maggiore sicurezza e viabilità per i cittadini a causa della divisione del traffico;
Per concludere, con la messa in atto di tutto questo si avrà un maggiore aumento dell'efficienza, sia in termini commerciali che turistici

Rischi

Al momento non c'è nessun rischio futuro per quanto riguarda questo progetto, poichè sono stati effettuati numerosi controlli sul suolo, e c'è un bassissimo rischio di un futuro crollo

Soluzioni e Idee

Pubblicizzare i risultati ricavati della stabilità dell'opera, scegliere successivamente il gestore dell'opera compiuta. Permettere anche agli autobus che accompagnano i turisti di attraversare le gallerie

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento

Elio Spagnolo - capo area amministrazione presso autorità portuale di Salerno

Domande principali

1. Ci sono stati imprevisti durante il lavoro per quanto riguarda il territorio, a causa di questo è cambiato qualcosa nel progetto?
2. Qual è lo stato di avanzamento del progetto al momento, e quali possono essere i rischi di questo in futuro?

Risposte principali

1) Il progetto all'inizio era stato designato per i collegamenti ferroviari. In un secondo momento si è pensato di mettere in pratica sia collegamenti ferroviari che collegamenti stradali. Infine per mancanza di spazio, si è optato esclusivamente per un collegamento stradale
2) Il progetto al momento procede molto bene, e c'è un bassissimo rischio per quanto riguarda il futuro, poichè sono stati effettuati numerosi controlli