REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
COLLEG'ADDA

Inviato il 24/02/2022 | Di 3E.bassi | @_lodionbike_

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

Il progetto Colleg’Adda - l’Adda e i suoi percorsi, consiste nella costruzione e nell’ampliamento delle piste ciclabili del Comune di Lodi. Esso dovrebbe dare in città un contributo alla promozione della mobilità sostenibile e, nel territorio, al cicloturismo. Le piste ciclabili di Lodi si estendono per un totale di diciotto chilometri e sono divise in in cinque percorsi che si ramificano nelle diverse zone della città. Attraverso il finanziamento ottenuto, sono stati costruiti sei chilometri di nuovi tratti mentre i restanti preesistenti sono stati ampliati, valorizzati e, attraverso interventi mirati, messi in sicurezza. I cinque percorsi in cui si estende la ciclabile sono: “Lodi universitaria” (2,6 km), realizzata recentemente per agevolare gli spostamenti verso il nuovo polo universitario; “In viaggio verso il fiume Lambro” (4,2 km), una preesistente pista ciclabile che è stata messa in sicurezza; “Il percorso regionale Adda”(8,3 km), compreso nel piano regionale, con l'obiettivo di collegare la sorgente del fiume Adda alla sua foce con una pista ciclabile; “Verso l’Adda e i suoi argini”(1,1 km), l’ultimo dei percorsi realizzati; “Il colatore Muzza” (2,6 km), per collegare la città al Canale Muzza.

Il progetto Colleg’Adda - l’Adda e i suoi percorsi appartiene ad un itinerario di maggiore portata che interessa l’intera regione: il PCIR 03 ADDA.
Esso si occupa in modo specifico delle piste ciclo pedonali che, seguendo il percorso del fiume Adda, attraversano due capoluoghi di provincia, Sondrio e Lecco, prima di unificarsi con i percorsi ciclabili della provincia di Lodi.
Lo scopo principale del PCIR 03 ADDA è quello di definire un itinerario su scala urbana e paesaggistica al fine di favorire lo spostamento dei pedoni e dei ciclisti sia in un contesto quotidiano, che turistico.
Proprio a favore di questo ultimo ambito, attraverso la costruzione delle ciclabili relative a Colleg’Adda si stabiliscono solide relazioni con i percorsi del PCIR 03 ADDA e più in generale con la ciclovia nazionale n.17. Essa, infatti, unisce tra loro aree di grande interesse paesaggistico e naturalistico, favorendo attrattiva per i territori che lambisce e, indirettamente, incrementando lo sviluppo del settore alberghiero ed enogastronomico.

Avanzamento

Per la realizzazione del progetto, iniziato il 31 Marzo 2019 e concluso il 24 Settembre 2021, sono stati messi a disposizione dal Fondo Europeo 991.724,30 € e dal comune di Lodi 425.024,70€, quindi una somma complessiva pari a 1.416.749 €.
Durante l’avanzamento, l’emergenza sanitaria ha gravato negativamente sul progetto, in quanto ha comportato una scarsa reperibilità di manodopera e materiali ritardando la data prevista per la fine dei lavori.

Risultati

Non è stato possibile valutare l’efficacia dell’intervento - Es. il progetto non ha ancora prodotto risultati valutabili

Premesso che non si è in grado di definire i risultati prodotti dal progetto dal momento che è stato concluso recentemente, di conseguenza non si è ancora in possesso di dati sufficienti per una valutazione puntuale.
Da una visita alle piste ciclabili realizzate all'interno del progetto Colleg'Adda (vedi foto allegate), il risultato ci sembra ben costruito e abbiamo osservato un frequente utilizzo da parte della cittadinanza.

Punti di debolezza

Uno dei punti deboli è la scarsa efficacia della comunicazione alla cittadinanza del progetto, visto in tutta la sua complessità, a causa della mancata pubblicizzazione che avrebbe meritato. In alcuni casi si sono infatti verificate rimostranze da parte dei cittadini per i disagi causati dalle modifiche alla viabilità ordinaria, dalla riduzione dell’ampiezza delle carreggiate e dei parcheggi per auto.
Un'altra criticità riguarda il ritardo nello svolgimento dei lavori, causato dalle scarse disponibilità di materiali, dovuto alla recente emergenza pandemica che ha reso difficili gli approvvigionamenti. Per queste ragioni le tempistiche per la conclusione del progetto, inizialmente prefissate per l’estate 2019, non sono state rispettate.

Punti di forza

Grazie a questo progetto il Comune di Lodi ha permesso ai ciclisti di spostarsi in maniera sicura in buona parte del territorio cittadino ed extraurbano, costruendo nuove piste ciclabili e facendo manutenzione in quelle già esistenti. Esse rappresentano una grande opportunità per la popolazione perché contribuiscono a ridurre l’utilizzo dell’automobile migliorando la situazione del traffico e, quindi, dell’inquinamento sia acustico che ambientale.

Rischi

Il maggiore utilizzo delle piste ciclabili dovrebbe portare a una diminuzione dell'impiego di mezzi inquinanti e potrebbe avere come conseguenza un miglioramento della qualità dell'aria. Questo risultato potrebbe essere realizzato solamente con il contributo dei cittadini che dovrebbero cambiare le loro abitudini negli spostamenti.
Un altro rischio è che in futuro sulle piste ciclabili non venga fatta la manutenzione opportuna e quindi che non possano essere usate in sicurezza.

Soluzioni e Idee

Per un maggiore sfruttamento delle piste ciclabili potrebbe essere attuata l'attività di noleggio di bici e monopattini.
Migliorare la fruibilità delle piste ciclabili installando pannelli informativi sulle località attraversate e cartelli indicanti le destinazioni da raggiungere.

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con l'Autorità di Gestione del Programma
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)

Alberto Tarchini - Assessore alla viabilità e trasporto pubblico locale

Domande principali

1. Perché si è voluto avviare il progetto Colleg’Adda - l'Adda e i suoi percorsi?
2. Pensate che qualità dell’aria, utilizzo dei trasporti pubblici e piste ciclabili siano tra loro collegate?

Risposte principali

1.Il comune di Lodi ha voluto avviare il progetto per sostenere la transizione ecologica ovvero il passaggio a un modello economico con processi di produzione e consumo a basso impatto ambientale. Attraverso questa iniziativa i cittadini e i turisti vengono incentivati ad utilizzare mezzi sostenibili, come le biciclette, nelle aree urbane. Colleg’Adda è stato creato sulla base del “percorso ciclabile di interesse regionale 03 Adda” (PCIR) ovvero una Pista ciclabile che inizia a Bormio e termina a Castelnuovo Bocca d’Adda (foce dell’Adda), passando per tre capoluoghi di provincia (Sondrio, Lecco e Lodi). Questo piano sostenibile ha l’intenzione di rivolgersi sia ad un pubblico di cicloturisti (turisti in bici), sia agli utenti funzionali (spostamenti casa-lavoro).
2. La morfologia di Lodi e della Pianura Padana incentiva l’inquinamento, anche se negli ultimi anni c’è stato un miglioramento, a differenza di quello che la stampa afferma. Inoltre i lodigiani utilizzano poco i trasporti pubblici, preferendo a questi i propri mezzi.
Attraverso Colleg’Adda si è deciso di cambiare radicalmente e in maniera funzionale alcune zone di Lodi per promuovere l’utilizzo delle piste ciclabili, cercando così di migliorare anche la qualità dell’aria.