REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Monitoraggio porticciolo di Nervi

Inviato il 28/02/2022 | Di federica.denaro@majorana-giorgi.edu.it

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

Progetto di riqualificazione del porticciolo di Nervi.
Il progetto consisteva nella demolizione della precedente piscina a favore della costruzione di un innovativo e moderno porticciolo con possibilità di ormeggio di imbarcazioni di media dimensione, con un importante spazio pubblico restituito ai cittadini con panchine, accesso al mare, possibilità di acceso anche per disabili tramite un apposito dispositivo

Il progetto rientra nel "Patto Città di Genova", un accordo siglato nel 2016 dal Sindaco di Genova e la Presidenza del Consiglio dei ministri, finalizzato alla realizzazione di opere architettoniche e urbanistiche sul territorio genovese.
Il progetto fa parte di una più ampia visione di un nuovo modello economico-sociale nello spazio dell'abitato intorno al porticciolo di Nervi.
Questo spazio sarà finalizzato a generare un nuovo luogo di aggregazione sociale, data la presenza di bar e ristoranti.

Avanzamento

Il progetto è arrivato alla sua conclusione

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

La ristrutturazione ha avuto successo, il nuovo porticciolo è munito adesso di uno spazio per le imbarcazioni e delle gradinate con seduta per le persone, inoltre il nuovo spazio creato ha permesso ai bar presenti nella zona di inserire dei suggestivi tavolini sul posto.

Punti di debolezza

Sono state riscontrate alcune diffidenze da parte dei cittadini dovute alla "nostalgia" della vecchia spiaggia e piscina, oramai non utilizzabile da anni.
Prima della costruzione della piscina era presente una spiaggia, utilizzata dai cittadini di nervi. La sua rimozione ha tolto ai cittadini più anziani un ricordo dalla loro adolescenza passata a giocare sulla spiaggia.
Sul territorio genovese, principalmente nella parte del levante cittadino, la presenza di piscine regolamentari è scarsa, quasi inesistente. Tutto ciò costringe società genovesi a dover affittare e utilizzare impianti situati nelle zone dopo Bogliasco.

Punti di forza

È stata rimossa la precedente struttura fatiscente, ovvero la piscina a favore di un nuovo spazio dove i cittadini possono godere delle bellezze del paesaggio che Nervi offre.

Rischi

Non sono stati riscontrati rischi futuri per il progetto monitorato

Soluzioni e Idee

Notiamo una insufficiente presenza di flora, si potrebbero creare nuovi spazi, per l'inserimento di nuove piante, così da accontentare le innovative richieste green.

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con l'Autorità di Gestione del Programma
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento

Responsabile del progetto arch. Ines Marasso
Direttore dei lavori geom. Roberto Casaleggio
Cittadino abitante del quartiere di Nervi Signor Risso beneficiario dell'intervento sul porticciolo

Domande principali

1: i cittadini più anziani si sono lamentati del fatto che i gradini sono troppo alti e diversi da come dovevano essere? Domanda posta alla responsabile del progetto arch. Ines Marasso.
2: ci sono stati dei lavori sul fondale del porticciolo, dopo anni ci potrebbe essere la possibilità di dover rifare i lavori sul fondale? Domanda posta al direttore dei lavori geom. Roberto Casaleggio

Risposte principali

1: l'altezza dei gradini rispettano le normative in vigore e sono state aggiunte altre gradinate, come da progetto i gradini dovevano essere diversi. Tutte le novità e costruzioni rispettano le normative in vigore, per la loro realizzazione, sono stati utilizzati materiali naturali, che possano resistere meglio all'effetto del salino del mare.
2: Per migliore la condizione del fondale marino si è attuata un'azione di dragaggio del fondale, con rimozione di detriti. Per evitare la sedimentazione di nuovi detriti e la necessità futura di una nuovo lavoro di dragaggio è stata prevista la modifica delle correnti, in modo che portino i detriti verso i lati esterni della baia e non più all'interno di quest'ultima.