REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Musealizzazione dei reperti archeologici e creazione di un laboratorio didattico- nel Parco Valle dei Templi- Agrigento

Inviato il 2/03/2022 | Di Archeo_Lab | @https://twitter.com/archeo_lab_?t=LBMxMr338Cr3pMyAcKslJw&s=09

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

Il progetto si intitola “Musealizzazione dei reperti archeologici e creazione di un laboratorio didattico”, nell’agrigentino, presentato nel 2017/18 dall’Ente Parco Valle dei Templi di Agrigento, e si basa sull’attività di: musealizzazione dei reperti archeologici, restauro e catalogazione informatizzata, realizzazione di un laboratorio didattico finalizzato all’illustrazione delle diverse fasi di studio e ricerca archeologica.
A partire dal 2005, il Parco ha intrapreso, in collaborazione con il Deutsche Archeologiaches Institut di Roma, una campagna di indagini archeologiche e di rilievo dei resti del tempio di Zeus che ha consentito di avere una chiara idea delle dimensioni del tempio e di tutti gli elementi architettonici e decorativi di cui era composto. Lo studio sui resti architettonici, oltre a nuove conoscenze sul progetto originario, ha fornito anche una precisa panoramica sugli elementi ancora in situ, tra i quali più di 90 frammenti che, per dimensioni e forma, appartengono chiaramente alle sculture del tempio. Si tratta di frammenti provenienti da almeno otto diversi telamoni che sono stati temporaneamente assemblati e musealizzati all’interno del perimetro del tempio. La somma necessaria - € 599.958 per la precisione - è stata già impegnata.
Per quanto riguarda i fondi del progetto, a fronte di uno stanziamento di €1.800.000,00, sono stati spesi in totale € 1.692.862,28, di cui €1.060.043,41 dedicati all’importo dei lavori: € 191.965,62 usati per l’importo dei lavori al netto del ribasso, € 32.209,34 usati per gli oneri per la sicurezza, € 835.568,45 usati per la manodopera. I restanti €632.818,87, già a disposizione dell’amministrazione, sono stati così impiegati: € 21.823,15 (3.45%) per le spese tecniche, €46.828,92 (7,40%) per gli imprevisti, €20.000 (3,16%) e per le spese di pubblicazione, bando e A.V., € 5.200 (0,82%) per l’assicurazione del progetto, € 1.757,25 (0,28%) per l’assicurazione RUP per la verifica del progetto, € 159.000 (25,13%) per l’allestimento dell’aula multimediale, € 80.000 (12,64%) per l’allestimento museale, € 35.000 (5,53%) per la progettazione, redazione e stampa, €30.000 (4.74%) per la pubblicazione e la ricerca scientifica e, infine, i rimanenti € 233.209,55 (36,85%) costituiscono l’IVA al 22%.

Avanzamento

Il progetto è stato già concluso con successo.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Grazie al progetto, è possibile, avere una chiara idea delle dimensioni del tempio di Zeus e di tutti gli elementi architettonici e decorativi di cui era composto. Il Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi, inoltre, è stato il primo sito archeologico italiano a dotarsi di un rapporto di sostenibilità, attraverso il quale è possibile comprendere quale impatto abbia un sito sull’ambiente circostante in termini di ricaduta economica e sociale e culturale, ma soprattutto programmare e indirizzare futuri interventi. Il Parco e chi gestisce i servizi hanno avviato un dialogo con il territorio, condotto da CoopCulture che cura i servizi della Valle in ATI, fornendo operatori specializzati che accolgono i visitatori in ben 13 lingue diverse e ne governano i flussi, e realizzato dagli esperti di struttura attraverso centinaia di interviste ai visitatori del sito archeologico. Tra i servizi che offre il Parco ci sono:
PERCORSI SOTTERRANEI: percorsi di visita speciale condotti da archeologi alla riscoperta delle testimonianze paleocristiane che giacciono all’ombra dei templi degli dei greci.
VISITA ALLA VALLE DEI TEMPLI: una visita guidata tra le rovine di maestosi edifici che un tempo erano maestosi.
Il Parco, fornisce anche delle audioguide, noleggiabili presso le biglietterie della Valle dei Templi e permettono una visita in totale autonomia grazie a spiegazioni semplici ed esaurienti dei monumenti più importanti dell’area archeologica.

Punti di debolezza

Non è stata riscontrata alcuna difficoltà nell'attuazione del progetto.

Punti di forza

I punti di forza sono stati:
La capacità di coinvolgere il pubblico e farlo appassionare all'archeologia. Tra i tanti progetti, ha coinvolto 2700 studenti in varie attività didattiche, come il laboratorio sopracitato.
E' anche stata creata una mostra chiamata "Costruire per gli dei", realizzata per coinvolgere il pubblico di ogni età e far conoscere a grandi e piccoli le tecniche e i processi che permettevano agli uomini del mondo classico di erigere architetture perfette, maestosi templi destinati a durare oltre 2500 anni nella Valle di Agrigento, attraverso la collocazione di riproduzioni in legno dei macchinari utilizzati per la costruzione dei templi.

Rischi

Soluzioni e Idee

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

La persona intervistata è stata la dott.ssa Valentina Caminneci, responsabile dell’Area Servizi Educativi e della Didattica dell’Ente Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi; l’intervista online ha sostituito il sopralluogo, che non si è potuto effettuare a causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria da Covid-19 e della vigente normativa in merito alle misure di sicurezza e prevenzione.

Domande principali

Le principali due domande poste alla persona intervistata sono state:
1. Come è nato il progetto e chi lo ha presentato?
2. I fondi forniti sono stati sufficienti? Se sì, sono stati usati tutti?

Risposte principali

Le risposte alle due domande principali sono state:
1. "Il progetto è nato come progetto PON, è finanziato su scala europea ed è stato presentato dall'Ente Parco Valle dei Templi di Agrigento."
2. "I fondi forniti (€ 1.800.000,00) sono stati sufficienti e non sono stati usati tutti, ma solo una parte (€ 1.692.862,28) "