REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Monitoraggio SAPEA SRL

Inviato il 4/03/2022 | Di Blitzbeer_shedder | @blitzbeer_shed

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

La classe 3B del Liceo "Vincenzo Linares" di Licata in provincia di Agrigento, ha scelto di monitorare per l'anno scolastico 2021/2022 come percorso di esperienza formativa di OpenCoesione, il progetto Sapea SRL.
La scelta del progetto è stata influenzata dalla nostra voglia di incrementare l'economia, il settore gastronomico locale e il turismo. Infatti l'obiettivo del progetto è la nascita di un birrificio che renda Licata un'importante località di produzione di birra artigianale a livello provinciale e regionale.
L'obiettivo è stato portato a termine, il birrificio è stato fondato ed ha iniziato la propria produzione.
La birra prodotta rispetta i valori ed i sapori della birra classica, difatti le materie prime utilizzate derivano direttamente dal Paese d’origine dalla quale si ispira lo stile di quest’ultima; inoltre vogliamo che appassioni più persone possibili e che diventi sempre più nota, superando così il calo di vendite dovuto alla pandemia.
Per monitorare più da vicino il progetto abbiamo visitato il luogo ed abbiamo assistito al modus operandi del birrificio Sapé, ci siamo anche occupati di intervistare direttamente i proprietari del birrificio, tuttavia l'audio risulta poco comprensibile a causa del rumore dei macchinari.
Lo Stato ha finanziato l'apertura stessa del birrificio, facilitando quindi la nascita dello stabilimento.

Avanzamento

Lo stabilimento, allo stato attuale, ha tutta la merce e i macchinari necessari per la produzione di birra sapé ed inoltre i soldi stanziati sono stati interamente spesi, per cui il progetto può definirsi concluso.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Il birrificio è in funzione e la sua produzione procede bene; inoltre abbiamo visitato lo stabilimento e ci è stato mostrato il processo di birrificazione.
La birra prodotta si può trovare in vari locali e bar di Licata, è però molto difficile trovarne fuori paese.

Punti di debolezza

Durante la ricerca dei dati e le interviste, ci siamo resi conto che la realizzazione del progetto non è poi così semplice: Il problema principale riguarda infatti la pandemia, che ha portato ad un difficile inizio delle vendite, ma anche alla poca notorietà del birrificio, sconosciuto ancora a gran parte dei compaesani.

Punti di forza

Nonostante il calo subito a causa della pandemia l'attività non si é fermata e ha continuato a produrre. Il birrificio sta acquistando più fama e questo lo porta ad un incremento delle vendite. Inoltre i vari tipi di birra prodotti soddisfano le richieste dei consumatori, che ne apprezzano il sapore ed i procedimenti classici utilizzati che differenziano questo stabilimento dalla gran parte dei birrifici che negli anni hanno preferito snaturare la tradizione degli antichi mastri birrai affinchè potessero avere un incremento nelle vendite.

Rischi

Non sono stati riscontrati rischi riguardo il progetto monitorato.

Soluzioni e Idee

Maggiore pubblicità nel nostro territorio ed incremento nell'esposizione nei locali nei quali i prodotti Sapè sono venduti.

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Salvo e Giuseppe, soci e proprietari dello stabilimento

Domande principali

Salvo:
1) Quali sono stati i principali motivi che l'hanno portata a pensare di aprire un birrificio a Licata?
2) Come sono stati investiti i soldi finanziati dallo Stato e come pensate di continuare ad investire questi soldi?
Giuseppe:
1) Da dove provengono le materie prime per la produzione della birra e chi sono i vostri principali fornitori?
2) Il covid é stato un fenomeno stravolgente per l'economia, voi ne avete risentito? Se si, quanto? E avete trovato delle alternative valide per ovviare a questo problema?

Risposte principali

Salvo:
1) Inizialmente non si aveva bene l'idea sul da farsi, ma volevamo dar vita a qualcosa che riguardasse la produzione nel nostro territorio, così abbiamo pensato di aprire un birrificio, e dall'unione dei nostri nomi ( Salvo e Giuseppe ) é nato il nome dell'attività Sa-Pe. In questo modo é nata l'idea di produrre birra che rispettasse i valori ed i sapori della birra classica. Nasce quindi il birrificio Sapé, produttore di 5 stili di birra dal sapore unico e inconfondibile.
2) Lo stabilimento é nato a spese nostre, abbiamo iniziato in piccolo e successivamente lo Stato ha voluto contribuire nello sviluppo del birrificio e nonostante i soldi stanziati siano ben pochi rispetto al totale speso, ha aiutato nell'acquisto degli strumenti e dei materiali che hanno permesso allo stabilimento di nascere.
Giuseppe:
1)Le materie prime utilizzate per i nostri prodotti derivano direttamente dal paese d'origine dalla quale si ispira ogni stile di birra, infatti come già detto la mostra birra é originale e pertanto vogliamo utilizzare i prodotti e i procedimenti originali di ogni tipo di birra, per esempio la nostra Birra Bionda "Cummari", che si ispira alla tradizione Belga, viene prodotta con orzo proveniente direttamente dal Belgio, inoltre quasi tutte le nostre birre sono prodotte col Malto d'orzo, dal sapore più deciso e forte rispetto al malto di frumento, con la quale produciamo invece la Birra bianca "Barunissa".
2) Il covid ha avuto un grave impatto sulla nostra azienda poiché proprio a Marzo 2021 iniziava la nostra prima produzione ed etichettatura, ma a causa della zona rossa e a tutte le restrizioni ad essa dovuta siamo stati frenati drasticamente; quindi il nostro debutto é stato parecchio difficile, nonostante ciò non ci siamo fermati e abbiamo continuato a produrre, non avendo, però, grandi risultati.