REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Cuma - una nuova fruizione del parco archeologico - lavori di restauro e valorizzazione

Inviato il 8/03/2022 | Di Sibilla Project | @https://mobile.twitter.com/sibillaproject/status/1462530796087136259

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

Il progetto, intitolato "Cuma, una nuova fruizione del parco archeologico- lavori di restauro e valorizzazione", è stato predisposto dal Parco Archeologico dei Campi Flegrei, di cui il Parco Archeologico di Cuma costituisce uno dei principali attrattori. Attraverso un programma integrato di azioni e interventi di restauro, valorizzazione e messa in sicurezza, finanziati sia su fondi europei (PON FESR 2014-2020) sia su fondi nazionali (L.190 e L. 205), il Parco Archeologico dei campi Flegrei persegue l'obiettivo di pervenire alla piena fruibilità del Parco di Cuma attraverso la creazione di un circuito di visita che renda accessibile l'intero parco Archeologico, adeguando gli standard della visita e migliorando i servizi al pubblico. Tutto ciò è d’interesse del nostro territorio (zona flegrea, Cuma, Pozzuoli, Baia) non solo perché esso si estende anche e principalmente in questi luoghi, ma anche perché una rivalorizzazione di questa realtà può migliorare la situazione precaria attuale. In conclusione, questo progetto ci fa comprendere e riflettere sull’importanza della tutela del patrimonio del nostro territorio perché, oltre ad esser traccia del nostro passato e della nostra storia, esso può diventare per l’intera comunità un’occasione di sviluppo sia economico che culturale.

Avanzamento

Il progetto è in fase di inizio, perché il sito è molto grande, contiene un numero consistente di monumenti e in particolare l'antro della Sibilla presenta problemi strutturali di non facilissima ed immediata soluzione, ma i lavori stanno per iniziare. La progettazione esecutiva è ormai in conclusione, mentre per la fase successiva è stata fatta una gara per il progetto esecutivo. Un'altra gara tra le imprese terminerà, orientativamente, tra 12-14 mesi.

Risultati

Non è stato possibile valutare l’efficacia dell’intervento - Es. il progetto non ha ancora prodotto risultati valutabili

Essendo in fase iniziale è presto per poter dire quale sarà il risultato del progetto.

Punti di debolezza

I punti di debolezza sono legati esclusivamente alla questione trasporti e collegamenti, perché il sito non è facilmente raggiungibile e questo ne limita le potenzialità, ma si stanno cercando soluzioni per potenziare il trasporto pubblico. A tal proposito, anche i cittadini che abbiamo intervistato, tramite un sondaggio, hanno evidenziato la necessità di tale potenziamento al fine di raggiungere più facilmente il sito che è conosciuto, ma abbastanza isolato.

Punti di forza

Ci è piaciuta la determinazione mostrata dalle archeologhe intervistate e l'ottimismo nei confronti del progetto, ottimismo giustificato, poiché il sito archeologico ha veramente grosse potenzialità turistiche ed economiche data la bellezza e la ricchezza dei monumenti in esso presenti. Inoltre, il
parco archeologico di Cuma fa parte del complesso archeologico dei Campi Flegrei, una zona che, dopo Napoli, presenta la più alta percentuale di Musei ed istituzioni similari. Inoltre, il turismo culturale in Italia ha fatto registrare una vera e propria impennata dal 2010 in poi, come dimostra il
fatto che il numero di turisti culturali ha superato quello dei turisti balneari. Nel 2018 il numero di visitatori di musei e aree archeologiche ha superato la cifra record di 55 milioni di persone.

Rischi

Al momento gli unici rischi sono solo quelli derivanti da un mancato potenziamento dei collegamenti e dei mezzi di trasporto che potrebbero limitare il numero di visitatori.

Soluzioni e Idee

Le idee da proporre sono molteplici; aumentare la pubblicità del sito, favorire promozioni soprattutto nei weekend, creare percorsi tematici interessanti tramite guide accattivanti, migliorare i trasporti ed i servizi e garantire un maggior numero di giorni di apertura. Un'altra soluzione che potrebbe dare grossi vantaggi futuri è la maggior diffusione della storia di questo sito nelle scuole. In ogni caso occorre una strategia di marketing volta al potenziamento di tutte le attrattive di un luogo a 360 gradi (storia, tradizioni, gastronomia). Solo in questo modo si può aumentare in maniera esponenziale la capacità di attrarre i turisti. A tal proposito abbiamo anche effettuato un sondaggio su google in cui le persone interpellate hanno proposto varie soluzioni per aumentare la fruibilità del sito archeologico.

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento

Abbiamo intervistato la Dott.ssa Marialaura ladanza, funzionario archeologo del parco
Archeologico.

Domande principali

Quali sono gli interventi necessari per valorizzare il sito? Qual è il costo e lo stato di avanzamento del progetto?

Risposte principali

1) Gli interventi sono mirati infatti a riaprire la città bassa (ora è visitabile solo l'acropoli), inoltre, si è chiesto di finanziare anche l'altra parte per creare un nuovo ingresso che dalla città bassa porti all'acropoli. In tal modo si potrà ampliare la fruibilità del sito e sfruttare a pieno le grandi potenzialità.
2) il finanziamento è di € 2 milioni e 900 mila, ma il costo complessivo ammonta a € 4 milioni e 300 mila. Su Cuma è previsto un secondo intervento che mira anche al restauro dell'area del Foro. In questa fase la progettazione esecutiva è quasi ultimata, mentre per la
fase successiva è stata fatta la gara per il progetto esecutivo.