REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Interventi di messa in sicurezza dell'edificio pubblico adibito a spazio espositivo e manifestazioni fieristiche ex SMS di San Sebastiano Curone (Al)

Inviato il 30/03/2022 | Di Italian Star Team | @italianstarteam

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

Il progetto da noi monitorato è un intervento di messa in sicurezza dell'edificio SMS La Nuova Stella d'Italia, situato tra viale Francischelli e l'argine del torrente Museglia.
L'intervento è stato finalizzato a garantire una maggiore fruizione del fabbricato da adibire a spazio espositivo in occasione delle manifestazioni fieristiche a carattere nazionale quali la "Fiera Nazionale del Tartufo" e "Artinfiera", consentendo l'implementazione delle attività artigianali, commerciali e turistiche locali.
Sono stati eseguiti i seguenti lavori di adeguamento alle norme sanitarie:
- Costruzione di servizio igienico per portatore di handicap;
- abbattimento delle barriere architettoniche che limitano l'accesso al fabbricato;
- razionalizzazione delle vie d'uscita per evitare situazioni di panico in caso di evento accidentale;
- risanamento delle pareti murarie interessate dalla forte umidità risalente;
- rimozione di materiale dalle caratteristiche di resistenza al fuoco non conformi e quindi pericolose all'incolumità pubblica;
- modifica di alcune parti strutturali per renderle usufruibili dal pubblico.

Sono stati eseguiti i seguenti lavori di salvaguardia idrogeologica:
- Consolidamento del basamento lato sud del fabbricato realizzato in pietra e laterizi lungo l'argine del torrente Museglia, che presentava una nicchia provocata dalla corrente erosiva durante gli eventi alluvionali.

Sono stati eseguiti i seguenti lavori di adeguamento alle norme di sicurezza sugli impianti:
- Rifacimento dell'impianto elettrico, sia perché vetusto e non più a norma, sia per adeguarlo alle specifiche destinazioni mercatali e fieristiche dell'immobile;
- installazione di un impianto di illuminazione di sicurezza adatto per locali di pubblico spettacolo;
- Installazione di un impianto di rilevazione incendi.

Sono stati eseguiti i seguenti lavori di miglioramento energetico:
- Installazione di isolamento termico all'estradosso del solaio del sottotetto;
- sostituzione dei serramenti esistenti a vetro semplice con serramenti maggiormente performanti e rispettosi delle indicazioni previste dalla L.R. 13/07.

Gli obiettivi che ci siamo prefissati sono quelli di dare comunicazione alla nostra comunità della ritrovata disponibilità di uno spazio pubblico importante per la socialità e, al tempo stesso, promuovere e stimolare nuove collaborazioni e nuove idee sull’utilizzo della struttura.

Il progetto non fa parte di un piano pubblico di interventi più ampio, se non quello di migliorare i servizi offerti dal Comune al fine di contrastare il calo demografico.
Come abbiamo potuto constatare dai risultati dell'indagine Tera Sora, recentemente svolta dal dipartimento di Geografia dell'Università di Genova su trenta comuni del nostro territorio, la popolazione è in calo da quasi un secolo e recentemente il fenomeno si è attutito, ma non ancora arrestato del tutto.

Avanzamento

Il progetto è terminato, come risulta dal sito di open coesione.
L'edificio è nuovamente agibile ed aperto al pubblico. Durante le analisi effettuate per il progetto ASOC, abbiamo intervistato il sindaco Vincenzo Caprile e l'architetto responsabile dei lavori Maria Stella Daffunchio, i quali ci hanno confermato di persona che tutti i lavori previsti dal progetto sono stati eseguiti. Le interviste sono avvenute "sul posto", quindi ne abbiamo avuto conferma personalmente.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

I risultati sono stati raggiunti.
L'edificio, terminato il periodo di chiusura forzata dovuto alla pandemia di Covid 19, ha ripreso ad essere utilizzato per eventi pubblici, quali ad esempio convegni legati ai temi del territorio e la recente festa di carnevale che ha visto la partecipazione di molti giovani valligiani, tra cui alcuni componenti dell'Italian Star Team di Asoc Medie 21/22.
Alleghiamo qualche foto.

Punti di debolezza

Purtroppo il covid-19 non ha permesso finora di sfruttare al meglio il teatro ristrutturato

Punti di forza

Edificio pubblico recuperato e tornato a disposizione per la comunità.
Il bagno è in buono stato, l'accesso senza barriere architettoniche è possibile da un ingresso secondario. L'edificio appare accogliente, pulito (recentemente ritinteggiato) e con gli infissi nuovi. L'accesso al piano superiore (mezzanino) è nuovamente consentito.

Rischi

La gestione dell'edificio è affidata al Comune, che ne consente l'utilizzo alle associazioni che ne fanno richiesta. Il rischio negli anni a venire è quello di non avere più la possibilità di autofinanziare (porre l'attenzione dovuta) gli interventi di manutenzione ordinaria, che storicamente sono stati pagati dalla Società di Mutuo Soccorso attraverso gli introiti della vendita dei biglietti di ingresso agli spettacoli.

Soluzioni e Idee

Vorremmo che questo edificio potesse essere sfruttato in modo più continuativo e adibito non solo a fiere e mostre mercato, ma anche a manifestazioni teatrali o serate da ballo come avveniva negli anni Settanta/Ottanta del secolo scorso. In questa maniera si potrebbe restituire all'edificio la sua funzione di luogo di aggregazione in cui recuperare la centralità dell'uomo e della sua umanità quale ragione fondante del vivere civile.

Risultati e impatto del monitoraggio

Diffusione dei risultati

  • Twitter
  • Eventi territoriali organizzati dai team
  • Blog/Sito web del Team
  • Interviste ai media

Connessioni

  • Sindaco, Comune di San Sebastiano Curone
  • Sindaco, Comune di San Sebastiano Curone
  • Architetto progettista, Libero professionista
  • Architetto progettista, Libero professionista
  • Ricercatrice, Università di Genova
  • Presidente, Osservatorio Astronomia e Ambiente - Casasco (Al)
  • Giornalista, Tortona Oggi TV
  • Redattrice, Tortona Oggi TV
  • ex consigliere, Comune di San Sebastiano Curone
  • Giornalisti, Stampa Locale

Contatti con i media

  • Giornali Locali
  • Blog o altre news outlet online

Contatti con le Pubbliche Amministrazioni

Descrizione del caso

Gli interventi previsti, volti a garantire una maggiore fruizione del fabbricato, sono stati complessivamente realizzati. Rimangono alcune migliorie ancora attuabili, ma che esulano dal piano di spesa da noi monitorato e necessiteranno di un nuovo finanziamento.

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con l'Autorità di Gestione del Programma
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Abbiamo intervistato: il Sindaco Vincenzo Caprile, l'architetto progettista Maria Stella Daffunchio, la ricercatrice Rebekka Dossche, responsabile dell'indagine Tera Sora, e Marzio Riviera presidente dell'osservatorio Astronomia e Ambiente di Casasco e dirigente scolastico. Abbiamo inoltre predisposto un questionario da somministrare a tutta la popolazione della valle Curone e delle valli limitrofe.

Domande principali

1) Qual è l'impatto del progetto sul territorio?
2) Secondo lei i fondi sono stati sfruttati al meglio?

Risposte principali

1) Restituire alla comunità, estesa a tutti i colli tortonesi, un edificio di primaria importanza per la vita sociale, soprattutto nelle mezze stagioni poiché luogo al chiuso. Questo permetterà di aumentare il flusso turistico in quanto unica struttura di questo tipo conservata in tutta la valle.
2) Sì perché questa è un edificio di cui potrà beneficiare tutta la popolazione del territorio, non solo i cittadini e i villeggianti di San Sebastiano Curone.