REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Viaggio Civico nella nostra esperienza FSC

Inviato il 6/04/2022 | Di CLASSE 3 E

Cosa abbiamo scoperto

Descrizione

Il progetto del nostro Istituto Comprensivo di Rosciano dal titolo: “Intervento per il potenziamento delle dotazioni tecnologiche, degli ambienti multimediali e dei laboratori per le competenze di base degli istituti secondari di primo grado”, che stiamo monitorando, nasce dalla volontà di approfondire un progetto della nostra scuola già concluso, e che, pertanto, ci rende protagonisti attivi di questo importante indagine civica. Il progetto, infatti, ha avuto come obiettivo quello di innalzare i livelli di apprendimento e di competenze chiave di noi alunni attraverso il miglioramento, la valorizzazione e il potenziamento delle dotazioni tecnologiche della nostra scuola

Grazie alla partecipazione all’Avviso Pubblico, nell’ambito dell’Azione #7 “Piano Laboratori” del Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD), ha preso avvio, nel nostro Istituto, da alcuni anni la realizzazione di ambienti e spazi di apprendimento innovativi, con risorse tecnologiche all’avanguardia, capaci di integrare nella didattica l’utilizzo delle nuove tecnologie.
Grazie al progetto PAR, ”Interventi per il potenziamento delle dotazioni tecnologiche/ambienti multimediali e dei laboratori per le competenze di base degli Istituti Secondari e di Primo Grado”, sono state potenziate le dotazioni tecnologiche di tutti i plessi del Comprensivo, con pc portatili e schermi touch.
L’importo complessivo del progetto è pari a 38.262,81 euro finanziato col fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007/2013.

Avanzamento

Il progetto è già concluso

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Grazie alla nostra attività di monitoraggio e di analisi dei dati, abbiamo scoperto che nel 2019 nel nostro Istituto erano presenti 93 dispositivi IT (tra Pc, Tablet e Lim), che nel 2021 sono diventati 151, pari ad un incremento del 65% circa. La distribuzione in percentuale di tali dispositivi tecnologici all’interno dei vari plessi è la seguente:

-Plesso di Rosciano: 47%
-Plesso di Nocciano: 20%
-Plesso di Catignano: 19%
-Plesso di Civitaquana: 14%

Punti di debolezza

In fase di rendicontazione è stata segnalata dalle autorità regionali di controllo l'assenza di alcuni documenti, come gli incarichi del docente esperto e del tutor. Infatti, pur essendo stati selezionati attraverso una procedura a evidenza pubblica (avviso pubblico rivolto al personale interno, nomina di una commissione di valutazione dei titoli, pubblicazione delle graduatorie) è venuto a mancare il passaggio di formalizzazione dell’incarico che è stato assunto solo di fatto.
Il nuovo Dirigente ha perciò dovuto ricostruire, tramite l’esame degli atti conservati a scuola, tutte le fasi precedenti e attestarne la regolarità per effettuare una sanatoria diretta a sostituire la documentazione mancante.
Questo quanto riferito dal personale amministrativo.

Punti di forza

Grande punti di forza di questo progetto sono stati l’incremento delle dotazioni tecnologiche della scuola e un loro uso più consapevole da parte dei ragazzi.
Grazie ai fondi di questo progetto è stato realizzato anche il corso Multitasking School: abbiamo approfondito la conoscenza della multimedialità applicata alla didattica quotidiana, siamo stati sollecitati ad una graduale acquisizione delle diverse strategie e metodi di studio e siamo stati incoraggiati al lavoro individuale e di gruppo attraverso collegamenti interdisciplinari e la creazione di un contesto capace di attivare, quanto più possibile, un’autentica interazione comunicativa.

Rischi

L’assenza di aggiornamento da parte del personale responsabile delle procedure può costituire un rischio, soprattutto in fase di acquisti di beni e servizi, poiché ci sono state tante modifiche normative negli ultimi tempi. Da una parte alcune procedure sono state semplificate, dall’altra parte si richiedono requisiti più stringenti, soprattutto in materia ambientale, per i prodotti che si intende acquistare. Perciò è necessario studiare con molta attenzione gli avvisi pubblici e le nuove norme in materia di acquisti con i fondi europei.

Soluzioni e Idee

Secondo noi, sarebbe utile incrementare le competenze professionali del personale amministrativo, così come sarebbe auspicabile il loro lavoro in team per poter suddividere le varie fasi del lavoro ed effettuare un controllo più accurato della documentazione.
Per quanto riguarda la parte relativa al corso, sicuramente una didattica basata su attività di laboratorio che possa concretamente coinvolgere i ragazzi nell'uso delle moderne tecnologie.

Metodo di indagine

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

• Intervista a Francesco Gaetano, personale amministrativo, che ha lavorato agli aspetti burocratici del Progetto;
• Intervista al docente formatore del corso “Multitasking School”, Michele Tiscia;
• Intervista ai beneficiari del corso “Multitasking School”: gli alunni della classe seconda media che lo scorso anno hanno partecipato al corso.

Domande principali

A Francesco Gaetano, personale amministrativo: "Quali sono state le condizioni che hanno frenato lo svolgimento del progetto?"
A Michele Tiscia, docente formatore: "Quali risultati sono stati conseguiti rispetto ai risultati attesi all’inizio?"

Risposte principali

Risposta di Francesco Gaetano, personale amministrativo:
"Il progetto è nato in un periodo lontano ed è stato portato avanti da tre differenti Dirigenti, che ne hanno curato ciascuno vari passaggi e si è concluso in un momento di emergenza pandemica, che ha sicuramente determinato ulteriori problematiche. Inoltre il rimborso delle spese sostenute è stato bloccato dalla carenza di documentazione, carenza che si è dovuta sanare per avere indietro i fondi anticipati dall’Istituto."

Michele Tiscia, docente formatore:
"L’incremento delle dotazioni tecnologiche della scuola e un loro uso più consapevole da parte dei ragazzi sono stati i due più importanti risultati."