REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
(REG_2014_3.01_PAC) PISU BIELLA - REALIZZAZIONE NUOVO PARCHEGGIO PUBBLICO CON RECUPERO AREA EX MAGLIFICIO BOGLIETTI

Inviato il 18/03/2019 | di ASOC1819_062 | @PHub3f

Descrizione

PARCHEGGIO DELLA FUNICOLARE, ATTUATORE, BENEFICIARIO E REALIZZATORE: COMUNE DI BIELLA
IL PERCORSO DI REALIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO NON E’ STATO SEMPLICE:
1)INIZIALMENTE I LAVORI SONO STATI APPALTATI ALLA DITTA SCARLATTA UMBERTO, MA SUCCESSIVAMENTE IL RICORSO DELL’IMPRESA ALVIT SRL HA FATTO SI’ CHE LA REALIZZAZIONE DELL’OPERA FOSSE AFFIDATA A QUEST’ULTIMA, CHE HA PROPOSTO UN RIBASSO DEL 56,73 %.
2)IL COSTO TOTALE DELL’OPERA SARA’ QUINDI € 3.047.144,18, CON UN RISPARMIO DI € 1.559.950,95 RISPETTO ALLA CIFRA MESSA A GARA.
3)LA DITTA ALVIT SI E’ PERO’ RESA COLPEVOLE DI GRAVI INADEMPIENZE E IL CONTRATTO E’ STATO RISOLTO (LA DITTA E’ SUCCESSIVAMENTE FALLITA) E I LAVORI SONO STATI AFFIDATI NUOVAMENTE ALLA DITTA SCARLATTA CHE LI HA RIPRESI A OTTOBRE 2016.
4)Il RISCHIO DI PERDERE I FONDI EUROPEI PER IL MANCATO RISPETTO DEI TEMPI E’ STATO UNA DELLE PROBLEMATICHE MAGGIORI.


Avanzamento

IL PARCHEGGIO E’ STATO INAUGURATO IL 5 MAGGIO 2018.

Risultati

I RISULTATI DI UN QUESTIONARIO SOTTOPOSTO A STUDENTI E ADULTI DICONO CHE L'80% DEGLI INTERVISTATI LO RITIENE UN'OPERA UTILE.

Punti di debolezza

RAMPE STRETTE PER L'ACCESSO AI PIANI SUPERIORI

Punti di forza

UBICAZIONE NEL CENTRO CITTADINO, GRATUITA'

Rischi

SCARSO UTILIZZO

Soluzioni e Idee

MIGLIORARE LA CARTELLONISTICA PER RENDERLO CONOSCIUTO A PIU' PERSONE

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

SINDACO, ASSESSORE AI LAVORI PUBBLICI, DIRIGENTE RESPONSABILE DEL COMUNE DI BIELLA

Domande principali

DOMANDA 1
VISTE LE DISCREPANZE TRA QUANTO TROVATO SUL SITO OPENCOESIONE.GOV.IT, QUANTO SCRITTO SUI GIORNALI E QUANTO RTROVATO NELLE DELIBERE COMUNALI, QUAL E’ STATO IL COSTO DEFINITIVO DEL PARCHEGGIO?
DOMANDA 2
QUALI SONO STATE LE PROBLEMATICHE PER LA REALIZZAZIONE?
DOMANDA 3
PERCHE’ LE RAMPE SONO COSI’ STRETTE?

Risposte principali

RISPOSTA 1 (SINDACO MARCO CAVICCHIOLI)
QUANDO SI APPALTA UN’OPERA PUBBLICA C’E’ UNA BASE D’ASTA. SOPRA CERTI IMPORTI VIENE INDETTA UNA GARA EUROPEA. SI DEFINISCE IL COSTO DI UN’OPERA IN BASE AD UN TARIFFARIO REGIONALE, POI CI SONO I COSTI PER LA SICUREZZA E ALLA FINE SI DETEMINA UNA CIFRA DI GARA CHE PER IL PARCHEGGIO ERA DI € 4.500.000.LE DITTE PRESENTANO LA LORO OFFERTA. CI SONO ALCUNE AZIENDE CHE DICONO CHE RIESCONO A FARLO CON MENO DENARO E UN’ALTRE ANCHE. LE OFFETE VENGONO FATTE IN BUSTE CHIUSEE APERTE SIMULTANEAMENTE. LE AZIENDE PARTECIPANO E ALCUNE DICONO CHE RIESCONO FARLE RISPETTANDO LE CARATTERIATICHE CON MENO SOLDI. AD ESEMPIO LA BASE DI GARA E’ € 4.500.000 E LORO LO FANNO CON € 4.100.000, QUINDI PUO’ ESSERCI UNA CIFRA A BASE DI GARA E POI VIENE AGGIUDICATO L’APPALTO AD UNA CIFRA INFERIORE. QUESTO PUO’ CAUSARE LA DISCREPANZA TRA CIFRA A BANDO DI GARA E QUANTO E’ IL COSTO EFFETTIVO. SICURAMENTE SE COSTAVA € 4.500.000 E VIENE CONCLUSA CON € 4.100.000 SIGNIFICA CHE IL COMUNE DI BIELLA RISPARMIA DEI SOLDI DA DESTINARE A MIGLIORIE PER L’OPERA O AD ALTRE OPERE. IL COSTO FINALE E’STATO COMUNQUE DI CIRCA 3.500.000 EURO.

RISPOSTA 2 (SINDACO MARCO CAVICCHIOLI)
IL PROBLEMA PRINCIPALE E’STATO CHE L’AZIENDA HA SOTTOVALUTATO I COSTI. CI SONO IMPRESE CHE PER AGGIUDICARSI I LAVORI PRESENTANO UN COSTO TROPPO BASSO E POI SI ACCORGONO CHE NON RIESCONO A STARCI DENTRO. QUESTA IMPRESA AVEVA TROPPI CANTIERI COME QUESTO DEL PARCHEGGIO E QUINDI SONO FALLITI. ABBIAMO DOVUTO FAR SUBENTRARE UNA SECONDA AZIENDA, MA CHI SUBENTRA FA DELLE RESISTENZE E QUINDI SORGONO PROBLEMI DI CONTRATTAZIONE CHE FANNO SORGERE DEI COSTI ULTERIORI. LE AZIENDE PONGONO DELLE RISERVE CHE SONO PROBLEMATICHE. PER FORTUNA I LAVORI SONO RIPRESI E SI E’ARRIVATI FINO IN FONDO.

RISPOSTA 3 (SINDACO MARCO CAVICCHIOLI - DIRIGENTE ARCH. PATERGNANI)
LE RAMPE NON SONO STRETTE SONO CONFORMI A QUELLO CHE E’ PREVISTO DALLE LEGGI NAZIONALI. AVEVANO UN PICCOLO PROBELEMA CON UN PARAPETTO. E’ CHIARO CHE E’ UN PARCHEGGIO PER LE AUTOVETTURE E SE UNO VUOLE ENTRARE CON UN TIR HA QUALCHE DIFFICOLTA’! LE VELOCITA’ DEVONO ESSRE RIDOTTE E LE PERSONE DOVREBBERO FARE PIU’ ATTENZIONE E CON UNA NORMLE ATTITUDINE ALLA GUIDA NON CI DOVREBBERO ESSERE PROBLEMI. LE RAMPE RISPETTANO LE NORME TECNICHE DI COSTRUZIONE DEI PARCHEGGI CHE SONO SOGGETTE AI PARERI DEI VIGILI DEL FUOCO E SOGGETTI A CONTROLLI PRIMA DI ESSERE UTILIZZATI. I CONTROLLI SONO ESEGUITI DAL RESPONSABILE DI PROCEDIMENTO E DAI VIGILI DEL FUOCO. E’ UNA RAMPA A SENSO UNICO, RETTILINEA E NON IN CURVA. TRE METRI E MEZZO E’LA LARGHEZZA PREVISTA PER LE RAMPE RETTILINEE A SENO UNICO. LE RAMPE A DOPPIO SENSO SONO 4 METRI E MEZZO MA NON INCONTRIAMO MAI MACCHINE IN SENSO CONTRARIO E QUINDI SEMBRANO PIU’ GRANDI. IN QUESTO PARCHEGGIO LE RAMPE SONO CURVE IN PIANO E RETTILINEE IN RAMPA. BASTA SPOSTARSI UN PO’ PIU’ A SINISTRA PRIMA DI ACCEDERE ALLA RAMPA.