REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
REFRESH OUR BULDING

Inviato il 15/04/2021 | di refresh our building | @refreshourbuild

Descrizione

Tratta della ricostruzione della nostra scuola, attualmente in parte inagibile a causa del terremoto del 2009. Ci sono fondi stanziati, ma non ancora del tutto utilizzati per la ristrutturazione. Noi studenti da anni stiamo lottando per riavere i nostri spazi.

Il progetto rientra nel più ampio piano nazionale di adeguamento sismico del patrimonio pubblico, in particolare dell'edilizia scolastica. L'obiettivo è garantire agli studenti la possibilità di fare scuola in luoghi sicuri.

Avanzamento

Il progetto in sè e per sè è concluso. I dati non sono aggiornati esclusivamente per una questione burocratica. Tuttavia, dall'analisi del singolo progetto è emersa la vastità del problema generale. La percentuale di edifici scolastici non adeguati alle vigenti normative antisismiche è molto elevata. Tra questi, c'è il un'ala del plesso della sede centrale della nostra scuola che, dopo tante promesse e tanto tempo trascorso, è ancora interdetta.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Come detto, il singolo progetto ha raggiunto i suoi obiettivi, ovvero adeguare un plesso della nostra scuola alle normative antisismiche. Quello che preoccupa non è tanto quello che si è fatto lì, quanto tutto quello che non si è fatto altrove.

Punti di debolezza

Purtroppo, un progetto realizzato è una goccia nel mare, rispetto alla pentola che abbiamo scoperchiato.

Punti di forza

Il progetto è stato realizzato nei tempi previsti e facendo ricorso alle risorse stanziate, senza necessità di modifiche. Evidentemente, il progetto è stato fatto in maniera corretta fin dall'inizio.

Rischi

Il progetto in sè non presenta rischi. Il punto è: quante altre scuole che non sono ancora a norma sono abitate da studenti, insegnanti e dipendenti ogni giorno?

Soluzioni e Idee

Così come pare stia accadendo, occorrerebbe che lo Stato prevedesse un piano pluriennale per completare l'adeguamento sismico degli edifici scolastici, attingendo ai fondi che giungeranno grazie al Recovery Plan.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con l'Autorità di Gestione del Programma
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Abbiamo intervistato il Tecnico Comunale che ha seguito tutto l'iter del progetto, fino alla sua conclusione.

Domande principali

1) Quali sono i motivi che hanno reso necessario intervenire?
2) Era possibile evitare la necessità di intervenire prevenendo il problema con una progettazione differente?

Risposte principali

1) L'intervento si è reso necessario essenzialmente in seguito ad una modifica della normativa in materia antisismica
2) Non era possibile, in quanto lo stabile fu realizzato negli anni '70, per cui non era possibile prevedere l'evoluzione della normativa.